Santa Barbara

L'origine della devozione alla Santa Bárbara è legata alla figura dell'imperatrice Constanza de Grecia che al momento dell'arrivo a Valencia dopo la vedovanza è stato ricevuto dal re Jaime I, Si unì la sua parentela.Santa Barbara Il
Imperatrice professato grande devozione a Santa Barbara; devozione che diffuse in vari luoghi e trasceso in tempo. Voleva e doveva essere sepolto in San Juan de el Hospital e così fu adempiuta dopo la sua morte in 1307, viene sepolto nella cappella del lato sud del presbiterio.

Per la sua devozione a Santa Barbara, in 1696 e con il permesso del re Carlos II, il Royal Confraternita di Santa Barbara si trasferì le spoglie dell'imperatrice dalla sua prima sepoltura alla nuova cappella barocca poi costruita nella cappella laterale del presbiterio, opera di Juan Bautista Pérez Castiel, posto sotto il patronato di questa Vergine e martire, dove rimasero in una bara di legno semplice per la gara di 1936. Scrigno che ora può essere sospesi sulla parete di destra della cappella reale di Santa Bárbara, dove è rimasto per secoli, è una replicaSanta Barbara fedeli che fu profanata. La cappella è dedicata alla prenotazione del Santissimo Sacramento.

L'immagine di Santa Barbara, che si trova nella cappella reale del sacro altare fu donato alla chiesa il 20 Marzo di 2001 dall'esercito. L'immagine era situata nella ex caserma di artiglieria Marqués de la Ensenada, a Medina del Campo (Valladolid). Dati del XIX secolo e nella sua base presenta una targhetta con la scritta “Questa immagine era venerata dai gunners nella caserma marchese de Ensenada Medina del Campo (Valladolid) fino alla 16 Dicembre 2000”.

GALLERIA FOTOGRAFICA DELLA CAPPELLA SANTA BARBARA

Preghiera a Santa Barbara

Oddio, Chi ha mai voluto Santa Barbara, Vergine e martire, prego sempre per i meriti della sua verginità e la sua fortezza nel martirio [raccogliere Santa Agueda], Concedi a noi per sua intercessione che non lasciate che essere disturbati da alcun pericolo [Cattedra di San Pietro sta raccogliendo, 22-II] e a vivere il vostro servizio con tale perseveranza, che posso scoprire voi e seguirti in ogni circostanza della vita [San Francisca Romana, 9 Marzo, religiosa]. Attraverso Gesù Cristo nostro Signore, Amen

(Concesso in licenza ecclesiastica)

FacebookTwitterGoogle  WhatsAppStampaPrintFriendlyPosta elettronica